LinguaBooster изучение иностранных языков

«Человек, который смеётся» на итальянском языке

Оглавление книги

Развернуть

L'uomo che ride. Victor Hugo 1
PARTE PRIMA • IL MARE E LA NOTTE 1
DUE CAPITOLI PRELIMINARI 1
I • URSUS 1
II • I COMPRACHICOS 29
LIBRO PRIMO • LA NOTTE MENO NERA DELL'UOMO 46
I • LA PUNTA SUD DI PORTLAND 46
II • ISOLAMENTO 54
III • SOLITUDINE 59
IV • DOMANDE 68
V • L'ALBERO INVENTATO DAGLI UOMINI 71
VI • BATTAGLIA TRA LA MORTE E LA NOTTE 78
VII • LA PUNTA NORD DI PORTLAND 87
LIBRO SECONDO • L'ORCA IN MARE 94
I • LE LEGGI CHE SFUGGONO ALL'UOMO 94
II • SI DELINEANO I CONTORNI INIZIALI 99
III • GLI UOMINI INQUIETI SUL MARE INQUIETO 105
IV • ENTRA IN SCENA UNA NUVOLA DIVERSA DALLE ALTRE 112
V • HARDQUANONNE 125
VI • SI CREDONO AIUTATI 128
VII • ORRORE SACRO 130
VIII • NIX ET NOX 135
IX • INCARICO AFFIDATO AL MARE IN FURIA 140
X • LA TEMPESTA È LA GRANDE SELVAGGIA 142
XI • I CASQUETS 148
XII • CORPO A CORPO CON LO SCOGLIO 152
XIII • FACCIA A FACCIA CON LA NOTTE 158
XIV • ORTACH 160
XV • PORTENTOSUM MARE 163
XVI • IMPROVVISA DOLCEZZA DELL'ENIGMA 172
XVII • L'ULTIMA RISORSA 176
XVIII • L'ESTREMA RISORSA 181
LIBRO TERZO • IL BAMBINO NELL'OMBRA 191
I • IL CHESS-HILL 191
II • EFFETTO DI NEVE 198
III • OGNI VIA DOLOROSA SI COMPLICA DI UN FARDELLO 205
IV • UN ALTRO TIPO DI DESERTO 213
V • LA MISANTROPIA NE FA UNA DELLE SUE 220
VI • IL RISVEGLIO 237
PARTE SECONDA • PER ORDINE DEL RE 243
LIBRO PRIMO • ETERNA PRESENZA DEL PASSATO: GLI UOMINI RIFLETTONO L'UOMO 243
I • LORD CLANCHARLIE 243
II • LORD DAVID DIRRY-MOIR 255
III • LA DUCHESSA JOSIANE 263
IV • MAGISTER ELEGANTIARUM 276
V • LA REGINA ANNA 286
VI • BARKILPHEDRO 296
VII • BARKILPHEDRO SFONDA 305
VIII • «INFERI» 312
IX • L'ODIO È FORTE COME L'AMORE 315
X • LO SFAVILLIO CHE VEDREMMO SE L'UOMO FOSSE TRASPARENTE 327
XI • BARKILPHEDRO IN AGGUATO 337
XII • SCOZIA, IRLANDA E INGHILTERRA 344
LIBRO SECONDO • GWYNPLAINE E DEA 358
I • DOVE SI VEDE IL VOLTO DI COLUI DI CUI NON ABBIAMO VISTO ALTRO CHE LE AZIONI 358
II • DEA 365
III • OCULOS NON HABET, ET VIDET 368
IV • UNA COPPIA BENE ASSORTITA 370
V • L'AZZURRO NEL NERO 375
VI • URSUS ISTITUTORE E URSUS TUTORE 381
VII • LA CECITÀ IMPARTISCE LEZIONI DI CHIAROVEGGENZA 388
VIII • NON SOLO LA FELICITÀ MA ANCHE LA PROSPERITÀ 394
IX • STRAVAGANZE CHE LE PERSONE SENZA GUSTO CHIAMANO POESIA 403
X • COLPO D'OCCHIO DI CHI È FUORI DAL MONDO SULLE COSE E SUGLI UOMINI 411
XI • GWYNPLAINE È NEL GIUSTO, URSUS NEL VERO 415
XII • URSUS POETA HA LA MEGLIO SU URSUS FILOSOFO 417
LIBRO TERZO • INIZIO DELL'INCRINATURA 422
I • L'INN TADCASTER 422
II • ELOQUENZA ALL'APERTO 428
III • DOVE RIAPPARE IL PASSANTE 431
IV • I CONTRARI FRATERNIZZANO NELL'ODIO 440
V • IL WAPENTAKE 446
VI • IL TOPO INTERROGATO DAI GATTI 449
VII • CHE MOTIVI PUÒ AVERE UNA QUADRUPLA PER ANDARE AD ABBASSARSI TRA I SOLDONI? 463
VIII • SINTOMI DI AVVELENAMENTO 472
IX • ABYSSUS ABYSSUM VOCAT 479
LIBRO QUARTO • IL SOTTERRANEO PENALE 492
I • LA TENTAZIONE DI SAN GWYNPLAINE 492
II • DAL PIACEVOLE AL SEVERO 502
III • LEX, REX, FEX 512
IV • URSUS SPIA LA POLIZIA 516
V • BRUTTO LUOGO 524
VI • QUALI MAGISTRATURE C'ERANO SOTTO LE PARRUCCHE D'UN TEMPO 527
VII • FREMITO 533
VIII • GEMITO 536
LIBRO QUINTO • IL MARE E IL DESTINO SI AGITANO SOTTO LO STESSO SOFFIO 559
I • SOLIDITÀ DELLE COSE FRAGILI 559
II • CIÒ CHE ERRA NON SBAGLIA 575
III • «NESSUN UOMO POTREBBE PASSARE IMPROVVISAMENTE DALLA SIBERIA AL SENEGAL SENZA PERDERE CONOSCENZA» (Humboldt) 590
IV • FASCINATION 594
V • SI CREDE DI RICORDARE, SI DIMENTICA 603
LIBRO SESTO • ASPETTI VARI D'URSUS 613
I • CIÒ CHE DICE IL MISANTROPO 613
II • CIÒ CHE FA 616
III • COMPLICAZIONI 632
V • LA RAGIONE DI STATO LAVORA IN PICCOLO COME IN GRANDE 645
LIBRO SETTIMO • LA TITANA 659
I • RISVEGLIO 659
II • COME UN PALAZZO PUÒ ASSOMIGLIARE A UN BOSCO 662
III • EVA 667
IV • SATANA 679
V • SI RICONOSCONO, MA NON SI CONOSCONO 696
LIBRO OTTAVO • IL CAMPIDOGLIO E I SUOI DINTORNI 700
I • DISSEZIONE DI COSE REALI 700
II • IMPARZIALITÀ 723
III • LA VECCHIA SALA 728
IV • LA VECCHIA CAMERA 734
V • CHIACCHIERATE ALTERE 741
VI • L'ALTA E LA BASSA 752
VII • LE TEMPESTE UMANE SONO PEGGIORI DI QUELLE DELL'OCEANO 759
VIII • SAREBBE UN BUON FRATELLO SE NON FOSSE UN BUON FIGLIO 779
LIBRO NONO • IN ROVINA 783
I • L'ECCESSIVA GRANDEZZA CONDUCE ALL'ECCESSIVA MISERIA 783
II • RESIDUO 789
CONCLUSIONE • IL MARE E LA NOTTE 809
I • UN CANE DA GUARDIA PUÒ ESSERE L'ANGELO CUSTODE 809
II • BARKILPHEDRO HA MIRATO ALL'AQUILA MA HA COLPITO LA COLOMBA 815
III • IL PARADISO RITROVATO QUAGGIÙ 824
IV • NO. LASSÙ 831

Нажмите на незнакомое слово в тексте, чтобы увидеть варианты перевода.
В настройках Вы также можете изменять размер и выравнивание текста

L’uomo che ride: читать книгу на итальянском

L'uomo che ride. Victor Hugo

Tutto è grande in Inghilterra, anche ciò che non va, anche l'oligarchia. L'aristocrazia inglese è l'aristocrazia nel senso assoluto della parola. Non c'è stata feudalità più nobile, più terribile e più vivace. Ammettiamolo, questa feudalità ai suoi tempi è stata utile. Se qualcuno vuole studiare il fenomeno della Signoria, deve studiarlo in Inghilterra, così come studierà in Francia quello della Monarchia.
Questo libro dovrebbe intitolarsi L'aristocrazia. Il prossimo potrebbe chiamarsi La monarchia. E se all'autore sarà concesso di portare a termine il suo lavoro, a questi due libri ne seguirà un terzo intitolato: Novantatre.
Hauteville-House, 1869.

PARTE PRIMA • IL MARE E LA NOTTE

DUE CAPITOLI PRELIMINARI

I • URSUS

I

Ursus e Homo erano legati da stretta amicizia. Ursus era un uomo, Homo era un lupo. Le loro indoli erano ben assortite. L'uomo aveva battezzato il lupo. È probabile che si fosse dato da sé anche il proprio nome; se Ursus andava bene per lui, Homo sarebbe andato bene per la bestia. L'alleanza tra l'uomo e il lupo dava i suoi frutti nelle fiere, durante le feste delle parrocchie, agli angoli delle strade dove fanno capannello i passanti, e dovunque la gente volesse ascoltare frottole e comperare pastiglie miracolose. Quel lupo docile, educato e obbediente, piaceva alla folla. La sottomissione riscuote successo. La nostra soddisfazione più grande consiste nel veder sfilare ogni tipo possibile di esseri addomesticati. Per questo c'è tanta gente al passaggio dei cortei reali.
Ursus e Homo passavano da un crocicchio a un altro, dalle piazze pubbliche di Aberystwith a quelle di Yeddburg, paese dopo paese, contea dopo contea, città dopo città. Sfruttato un mercato si trasferivano in un altro. Ursus viveva in un baracchino su ruote che Homo, opportunamente addestrato, trascinava durante il giorno, montandogli la guardia di notte. Lungo le strade difficili, nelle salite, quando c'erano troppe buche e troppo fango, l'uomo si passava la cinghia al collo e tirava fraternamente fianco a fianco con il lupo. Così erano invecchiati insieme. Si accampavano dove capitava, in un terreno incolto, in una radura, in un incrocio a zampa di gallina, all'entrata dei casolari, alle porte di un paesino, dentro i mercati, sui viali pubblici, sul limitare dei parchi e persino sui sagrati delle chiese. Quando la carretta si fermava nel luogo dove c'era una fiera e le donnette accorrevano a bocca aperta, mentre i curiosi si mettevano in cerchio, Ursus arringava, Homo annuiva. Poi Homo, con una ciotola di legno in bocca, faceva educatamente la questua tra i presenti. Dovevano guadagnarsi da vivere. Il lupo era istruito e l'uomo pure. Il lupo era stato addestrato dall'uomo, o c'era arrivato da solo, a certe gentilezze lupine che contribuivano all'incasso. «E soprattutto non degenerare in uomo» gli diceva il suo amico.
Страница 1 из 839

Для перехода между страницами книги вы можете использовать клавиши влево и вправо на клавиатуре.

Предложить цитату

Скачать книгу бесплатно в PDF, FB2, EPUb, DOC и TXT

Скачайте бесплатно электронную книгу (e-book) Виктора Гюго «Человек, который смеётся» на итальянском языке. Вы также можете распечатать текст книги. Для этого подойдут форматы PDF и DOC.

Вам может быть интересно

Будьте первыми, кто добавит комментарий!

Добавить

Добавить комментарий