LinguaBooster изучение иностранных языков

«Эмма» на итальянском языке

Оглавление книги

Развернуть

I 1
II 15
III 22
IV 29
V 45
VI 55
VII 66
VIII 77
IX 94
X 116
XI 128
XII 137
XIII 153
XIV 167
XV 177
XVI 191
XVII 199
XVIII 205
XIX 217
XX 228
XXI 237
XXII 253
XXIII 260
XXIV 275
XXV 287
XXVI 297
XXVII 324
XXVIII 335
XXIX 345
XXX 361
XXXI 372
XXXII 380
XXXIII 396
XXXIV 409
XXXV 424
XXXVI 434
XXXVII 447
XXXVIII 453
XXXIX 469
XL 477
XLI 487
XLII 499
XLIII 523
XLIV 539
XLV 549
XLVI 558
XLVII 572
XLVIII 588
XLIX 599
L 612
LI 617
LII 629
LIII 645
LIV 658
LV 675

Нажмите на незнакомое слово в тексте, чтобы увидеть варианты перевода.
В настройках Вы также можете изменять размер и выравнивание текста

Emma: читать книгу на итальянском

I

Emma Woodhouse, avvenente, intelligente e ricca, con una casa provvista di ogni agio e un'indole felice, pareva riunire in sé alcuni dei migliori vantaggi dell'esistenza; ed era vissuta circa ventun'anni nel mondo senza quasi conoscere dispiaceri o contrarietà.
Era la minore delle due figlie d'un padre quanto mai affettuoso e indulgente, e, in seguito al matrimonio della sorella, era rimasta padrona di casa assai per tempo. Sua madre era morta da troppi anni perché ella serbasse più d'una vaga memoria delle sue carezze, e aveva fatto veci di madre un'eccellente donna in qualità di governante, che per affetto s'era dimostrata poco meno d'una madre.
Per sedici anni Miss Taylor era stata nella famiglia Woodhouse, più come amica che come governante, affezionatissima a entrambe le figlie, ma specialmente a Emma. Tra loro due c'era piuttosto un'intimità di sorelle. Anche prima che Miss Taylor avesse cessato dall'impiego nominale di governante, la mitezza della sua indole non le aveva consentito di usare modi severi; e svanita oramai da un pezzo l'ombra dell'autorità, esse eran vissute insieme come amiche molto devote l'una all'altra, ed Emma faceva quel che le piaceva: tenendo in gran conto, sì, il giudizio di Miss Taylor, ma agendo soprattutto di testa propria.
I reali guai della situazione di Emma erano invero il potere averle troppo vinte, e una tendenza a pensar troppo bene di se stessa; codesti erano gli svantaggi che minacciavano di adulterare i suoi molti godimenti. Tuttavia pel momento il pericolo era così inavvertito che quegli svantaggi non contavano affatto come sventure per lei.
Un dispiacere venne - un blando dispiacere - ma non in forma d'uno sgradevole sentimento: Miss Taylor andò sposa. Fu la perdita di Miss Taylor a causare il primo dolore. Il giorno delle nozze della sua amica diletta, Emma per la prima volta rimase qualche tempo assorta in mesti pensieri. Finita la cerimonia e partita la coppia degli sposi, Emma e il padre restarono a pranzare insieme, senza alcuna prospettiva d'una terza persona che ravvivasse una lunga sera. Il padre, come al solito, dopo pranzo fu preso dal sonno, e a lei non rimase che sedere e meditare su quel che aveva perduto.
L'avvenimento pareva promettere ogni felicità alla sua amica, Mr. Weston era un uomo di carattere irreprensibile, di fortuna agiata, d'età conveniente e di tratto piacevole; e c'era qualche soddisfazione nel considerare con quanta amicizia disinteressata, generosa, lei, Emma, aveva sempre desiderato e favorito il matrimonio; e tuttavia quello era per lei un giorno nero. La mancanza di Miss Taylor si sarebbe fatta sentire ogni ora di ciascun giorno. Emma riandava nella mente la passata bontà dell'amica - la bontà, l'affetto di sedici anni - come Miss Taylor l'aveva istruita e come aveva giocato con lei da quando lei aveva cinque anni - come aveva messo ogni impegno a cattivarsela e a divertirla quando godeva buona salute, e come l'aveva curata durante le varie malattie della fanciullezza. Per questo le era dovuto un gran debito di gratitudine; ma le relazioni degli ultimi sette anni, l'eguaglianza di livello e la perfetta familiarità che eran subito seguite al matrimonio di Isabella quando loro due erano rimaste sole, era un ricordo ancor più caro, più tenero. Era stata un'amica e una compagna quale poche possedevano; intelligente, istruita, utile, gentile, addentro a tutte le abitudini della famiglia, sollecita di tutti i suoi interessi, e soprattutto sollecita del benessere di lei, Emma, al punto di interessarsi a ogni suo piacere, a ogni suo progetto; una a cui essa poteva confidare ogni pensiero via via che nasceva, e che aveva per lei un affetto quasi cieco.
Страница 1 из 680

Для перехода между страницами книги вы можете использовать клавиши влево и вправо на клавиатуре.

Предложить цитату

Скачать книгу бесплатно в PDF, FB2, EPUb, DOC и TXT

Скачайте бесплатно электронную книгу (e-book) Джейн Остин «Эмма» на итальянском языке. Вы также можете распечатать текст книги. Для этого подойдут форматы PDF и DOC.

Вам может быть интересно

Будьте первыми, кто добавит комментарий!

Добавить

Добавить комментарий